CONTATTA L'AGENZIA

Farinaccio Giuseppe d.i.

Tel. 0322/240936

Letta l’informativa (visualizza l’informativa Professionecasa)

il consenso al trattamento dei miei Dati per le finalità (comunicazioni promozionali) e con le modalità (lettere, fax, e-mail, sms o altre forme di comunicazione a distanza) di cui al punto 1) (c) dell’informativa.

 

il consenso al trattamento dei miei Dati, per le finalità (comunicazioni promozionali) e con le modalità (lettere, fax, e-mail, sms o altre forme di comunicazione a distanza) di cui al punto 1) (d) dell’informativa e di conseguenza alla comunicazione ai soggetti di cui al punto 3) c).

Vendita

Mansarda in Vendita a Nebbiuno Via Cavour, 69.000 €, 70 mq, bilocale, 1 bagno

Informazioni principali

COD.
395
Locali
2
Comune
Nebbiuno
Metratura
MQ 70,00
AG.
ARONA
Piano
Terzo
Indirizzo
Via Cavour
Prezzo immobile
€ 69.000

Descrizione

Nella meravigliosa cornice dell'Alto Vergante, vicino al centro paese, proponiamo SPLENDIDA MANSARDA BILOCALE oltre servizi totalmente e finemente ristrutturata a nuovo. Esposizione solare perfetta. BELLISSIMA!
Il Vergante è un territorio collinare tra il lago Maggiore e il Mergozzolo. Il toponimo indica, in particolare, il settore orientale di queste colline, ovvero quello che si affaccia sul lago Maggiore dove per circa quattro secoli, dal '300 alla fine del '700 era operante una struttura amministrativa territoriale chiamata Comunità del Vergante.
Già nel '300 Meina, Lesa e il Vergante hanno Statuti Comunali e un processo di integrazione molto avanzato, tanto da avere un organo unico di governo: il Consiglio Generale del Vergante. Dalla versione approvata dall'arcivescovo Antonio da Saluzzo nel 1389, si apprende che gli Statuti di Meina, Lesa e del Vergante contengono 146 norme di carattere amministrativo che servivano a regolare la società di allora da un punto di vista morale, amministrativo, economico e patrimoniale. Su tutto presiedeva, a fianco del podestà, nominato dall'arcivescovo, il Consiglio Generale del Vergante, composto da dodici consiglieri nominati dai consoli delle varie comunità.[senza fonte]
Filippo Borromeo nel 1455 dispone la revisione degli Statuti del Vergante ai quali aggiunge nove capitoli. Nello stesso anno si decide anche che l'Assemblea dei Consoli dei vari paesi si debba tenere a Lesa nella casa di tale Eustachio Landomi che diventa "palazzo della Comunità del Vergante". Alla fine del '700 a Comunità del Vergante si dissolve sotto l'incalzare delle armate napoleoniche e del nuovo ordine europeo.
Resta un bando del 9 marzo 1793 nel quale sono puntigliosamente elencate le comunità che fanno parte del Vergante qualche anno prima della sua fine: Arona - Baveno con Feriolo - Belgirate - Brisino con Vedasco, Passera e Binda - Brovello - Calogna - Carpugnino - Chignolo (composto dall'Isola Bella, Isola dei Pescatori, Isola Madre, Levo, Someraro, Campino e Carciano) - Colazza - Corciago e Nebbiuno - Dagnente - Dormelletto - Fosseno - Lesa con Solcio, Solcietto e Villa Lesa – Magognino - Meina - Nocco - Pisano - Sovazza - Stresa - Stropino - Tapigliano - Vezzo.

Citofono
Condizioni
Ristrutturato
Numero bagni
1
Numero camere da letto
1
Numero locali
2
Riscaldamento
Autonomo
Fonte riscaldamento
Metano
Spese condominiali
60
Tipo cucina
Cucina a vista
Tipo piano
Terzo
Condizioni stabile
Buono
Tipo costruzione
Civile
Tipologia
Mansarda
Destinazione d'uso
Abitativo
Classe energetica
F (265,75 kWh/m² anno )

Il presente documento non costituisce elemento contrattuale. Tutte le informazioni commerciali contenute nel presente annuncio pubblicitario sono state fornite direttamente dagli Affiliati, autonomi imprenditori distinti da Professionecasa che rispondono dell'esattezza, veridicità e conformità di esse alle vigenti disposizioni di legge.

immobili simili

LE SOCIETA' DEL GRUPPO